La RSI e l'online

Sondaggio

Nel proprio rapporto di monitoraggio su FLEX, un prodotto pensato per YouTube e che ha come target di riferimento ragazze e ragazzi delle scuole medie, il Consiglio del pubblico CORSI propone anche delle riflessioni strategiche di ordine generale sull’intrattenimento e sulle modalità di intercettare i giovani da parte del servizio pubblico radiotelevisivo.

Fra le sue osservazioni il Consiglio del pubblico scrive:

In generale l’idea di FLEX è valida e la squadra di FLEX sembra avere idee e competenze, anche se suggeriamo un rinforzo a livello redazionale per quanto riguarda la qualità  dei contenuti e in parte anche per la realizzazione tecnica. Suggeriamo di definire una linea editoriale e una strategia che preveda anche le necessarie risorse in termini di formazione e accompagnamento professionale. Riteniamo che i giovani si intercettino con i contenuti e che questi contenuti debbano essere di qualità. Il fatto di declinarli su vettori online, piattaforme o social media non deve indurre ad abbassare la guardia nei confronti di una qualità e una identificabilità che il servizio pubblico deve continuare a garantire.

Una delle sfide maggiori è quella di trovare i temi e svilupparli in maniera originale e autentica, evitando di proporre cose già viste e riviste in rete. Ci rendiamo conto che la concorrenza in rete è molto agguerrita, ampia e diversificata. Buona parte di questa concorrenza può ingolosire più facilmente i giovani perché dispone di molte risorse e non ha paletti etici, educativi e di qualità da rispettare. Viene quindi da chiedersi se, in questo ambito, il servizio pubblico non sia perdente in partenza.

Riflettendo in generale sull’offerta che il servizio pubblico radiotelevisivo potrebbe destinare ai giovani, fra i suggerimenti del CP vi è pure l’auspicio di una maggiore sinergia con il mondo della scuola sia su basi formativo-educative sia proponendo forme di intrattenimento targate “cultura e società” che magari possano coinvolgere, oltre alle classi, anche le famiglie.

Link alla versione integrale del rapporto di monitoraggio del Consiglio del pubblico su FLEX.


Come guardate i programmi della RSI?



Esprimete un parere sulle seguenti affermazioni, assegnando un valore: "La RSI non deve necessariamente migrare su territori come i vettori online, i social media e le piattaforme digitale, perché i giovani si intercettano con contenuti di qualità smarcandosi dal resto dell’offerta. È possibile attrarre i giovani anche sui canali tradizionali come radio e televisione."



Esprimete un parere sulle seguenti affermazioni, assegnando un valore: "La RSI deve migrare su territori come i vettori online, i social media e le piattaforme digitali, perché è un’evoluzione naturale del servizio pubblico e la RSI dev’essere competitiva nei confronti del resto dell’offerta proposta in rete o sulle piattaforme digitali."



Esprimete un parere sulle seguenti affermazioni, assegnando un valore: "La RSI deve migrare su territori come i vettori online, i social media e le piattaforme digitali perché è assolutamente necessario per raggiungere i giovani sui loro canali."



Esprimete un parere sulle seguenti affermazioni, assegnando un valore: "La RSI non deve migrare su territori come i vettori online, i social media e le piattaforme digitali, perché non è compito del servizio pubblico intercettare a tutti i costi i giovani; il servizio pubblico dovrebbe piuttosto creare programmi o canali specializzati per i giovani con un alto livello di qualità e una missione formativa ed educativa."


Per questo sondaggio hanno votato 102 persone.