DETTAGLIO

Un NO deciso ribadito (anche) dal Consiglio Federale

Martedì, 12 Dicembre 2017

Il Consiglio federale ha rotto gli indugi e per il tramite della presidente della Confederazione Doris Leuthard ha riproposto la sua posizione in vista della votazione sull’iniziativa No Billag del 4 marzo 2018. Il Governo raccomanda a popolo e Cantoni di votare NO. L’iniziativa – ha detto in buona sostanza fra le altre cose la Consigliera federale – mette a rischio la pluralità dell’offerta mediatica, toglie alla SSR i mezzi per realizzare i propri programmi in quattro lingue, impedisce alle minoranze linguistiche di ricevere le risorse necessarie per gestire una radiotelevisione d’interesse nazionale, mette in grande difficoltà 34  radio e televisioni private, crea il rischio di ingerenze estere nel campo della comunicazione. Insomma: un’autorevole conferma degli scenari che ipotizziamo senza enfasi dall’inizio della campagna!

Luigi Pedrazzini