DETTAGLIO

Lettera di risposta di Luigi Pedrazzini ad Andrea Leoni di LiberaTv riguardante la serie tv "il guardiacaccia"

Mercoledì, 13 Dicembre 2017

Caro Andrea,

Ieri mi hai chiesto di prendere posizione sulla lettera aperta dei cacciatori. Ho risposto "no comment".

Oggi qualcosa vorrei invece dire perchè ho letto il tuo commento e l'ho trovato molto interessante e stimolante. Non mi esprimo sul tuo giudizio di merito sulla serie "il guardiacaccia". Non è compito del presidente CORSI pronunciarsi pubblicamente sul contenuto dei singoli programmi della RSI.

Questa competenza spetta al Consiglio del Pubblico della CORSI, che si è già attivato, e che la esercita in modo professionale e puntuale (anche se le sue prese di posizione non mirano primariamente alla visibilità, e questo arrischia di essere un limite in un mondo dove è spesso più importante dire di fare che fare veramente...). Prendo comunque atto della tua valutazione decisamente negativa.

Ciò che mi è piaciuto nel tuo commento è la chiara e onesta distinzione fra la responsabilità autoriale e quella aziendale: un prodotto mal riuscito non deve portare alla condanna di tutta l'azienda! È decisamente importante sottolineare questa fondamentale distinzione nel contesto di una campagna dove sono invece evidenti e continui i tentativi di confondere i differenti piani di discussione con l’intento di indebolire l'immagine del servizio pubblico confrontato con una sfida decisiva per la sua esistenza.

Fatta questa opportuna chiarificazione, per il resto sono d'accordo con te: è giusto dibattere dell'offerta della RSI anche nel corso della campagna e sarà giusto farlo anche dopo il 4 marzo 2018.

Cordiali saluti,

Luigi Pedrazzini, presidente della CORSI